venerdì 6 maggio 2011

Lezioni di cucito dal libro della nonna 32. TORNIAMO UN ATTIMO AL CORPETTO !! parte 2

IL CORPINO LENTO
Il corpino lento è un capo che scende morbidamente sul corpo senza metterne troppo in risalto le forme. Si tratta di un modello-base utilizzato per realizzare capi non modellati o leggermente modellati (semilenti); con piccoli scarti e riprese si può ottenere il tipo di modellatura desiderata. Si possono fare riprese nella parte anteriore, fare scrti sui fianchi, riprese nella parte posteriore o nel centro schiena.


COSTRUZIONE
- disegnare un angolo retto con vertice in A
- riportare sulla verticale per A, che rappresenterà la linea del centro dietro, alcune misure di lunghezza: livello ascellare aumentato di 0,5 cm (AB), livello vita posteriore diminuito di 1 cm (AC)
- prolungare la verticale AC di 1 cm, ottenendo C1
- tracciare dai punti B e C due linee perpendicolari alla linea AC
- riportare sull’orizzontale per A la misura della semicirconferenza seno aumentata di 1,5 cm ottenendo il punto D
- tracciare, dal punto D, una perpendicolare che incontra la linea della vita nel punto E (linea del centro davanti)
- riportare orizzontalmente dal punto F, una perpendicolare alla linea BF e contrassegnare con G il punto d’incrocio con l’orizzontale per C; la linea FG ottenuta costituisce la linea del fianco che divide la parte anteriore dalla parte posteriore
- riportare sull’orizzontale per B a partire da F verso il centro davanti, un segmento di lunghezza pari a metà larghezza ascellare aumentata di 0,25 cm, ottenendo il punto I, e verso il centro dietro un segmento di lunghezza pari a metà larghezza ascellare diminuita di 0,25 cm, ottenendo il punto H
- tracciare dai punti I e H due perpendicolari alla linea BI fino a intersecare l’orizzontale per A nei punti L e M. L’area HILM determina il settore ascellare
- riportare dal punto A, verso sinistra, la misura dello scollo diminuita di 0,3 cm, punto N, e la metà larghezza spalle, punto M1
- tracciare dai punti appena individuati (N e M1) due segmenti perpendicolari, il primo verso l’alto e il secondo verso il basso
- individuare a 2,5 cm da N il punto N1 e, partendo da questo, riportare la misura cucitura spalle fino ad intersecare il segmento partente da M1 ottenendo il punto M2
- unire, con linea curva, i punti N1 e A per la delineazione dello scollo posteriore
- delineare il giro manica unendo il punto M2 e F passando dal punto H1 posto ad ¼ di HM
- individuare il punto M3 ad 1 cm da M2 sulla linea del giro manica
- misurare dal punto D verso destra la misura dello scollo diminuita di 1 cm, ottenendo il punto O
- riportare sulla verticale per D la misura dello scollo, punto Q, e il livello vita anteriore, punto E1 (nuovo livello vita)
- unire C1 con G e E1 con G (questi ultimi con una linea leggermente curva) per delineare la linea della vita definitiva
- riportare verticalmente, dal punto L, 5,5 cm e segnare il punto L1
- tracciare dal punto L1 un segmento perpendicolare alla linea LL1
- riportare dal punto O la misura della cucitura spalla fino ad incontrare il segmento perpendicolare alla linea LL1 ottenendo il punto P
- abbassare una perpendicolare dal punto m di misura corrispondente ai 2/3 della linea L1I, trovando il punto P1
- spostarsi dal punto P1 verso sinistra di 1 cm, punto P2
- delineare il giro manica anteriore unendo P con F e toccando il punto P2




8 commenti:

  1. ciao
    volevo ringraziarti ....le tue lezioni sono chiarissime ...ed utilissime....
    elena

    RispondiElimina
  2. grazie mille.... mi fa molto piacere sapere di essere utile !!!

    RispondiElimina
  3. Complimenti il tuo blog è fantastico e utilissimo!

    RispondiElimina
  4. mitiche ragazze... troppo gentili !!!!! grazie !!

    RispondiElimina
  5. mi potresti mettere la foto dello schema riepologativo del corpetto preso dal tuo libro?? cmq questa spiegazione mi è molto utile e spiegata chiaramente :) grazie 1000

    RispondiElimina
  6. ciao... vorrei chiederti come si misura la larghezza ascellare. grazie

    RispondiElimina
  7. daniela potresti, geometricamente parlando, fare in questo modo.
    Prendendo in considerazione la circonferenza ipotetica dell'attaccatura della manica al corpino con il metro da sarta...oppure la circonferenza che c'è nell'attaccatura della manica di una maglia tua, aggiungendo o sottraendo un paio di cm giusto per capire la vestibilità adatta....potresti applicare la formula gemotreica che dalla circonferenza ricava il diametro, quindi la larghezza del settore ascellare: quindi
    circonfereza diviso 3.14
    e poi modelli seguendo le istruzioni della nostra cara blogger

    RispondiElimina
  8. ciao, il tuo blog è UTILISSIMO!!!!! volevo chiedere una cosa, come si fa a trovare i punti per creare le riprese?

    RispondiElimina